News

Racconti di vita

By  | 

Viviamo nell’era della tecnologia pura, auto che parlano e si guidano da sole, robot che presto, e per presto si intende domani, saranno in grado di svolgere molte delle mansioni manuali fino ad ora appannaggio solo dell’essere umano, cellulari capaci di attivarsi solo attraverso l’identificazione del volto e via di seguito. Alle porte abbiamo anche il volo nello spazio di noi esseri comuni, tanta, tanta tecnologia, che in molti settori ha portato indiscutibili vantaggi e in altri forse, azzardiamo, solo migliorie che possono anche essere considerate superflue. Nella nostra società siamo quindi invasi da prodotti tecnologici che circondano oramai il nostro quotidiano. Il cellulare ad esempio, mezzo di indiscutibile necessità, che scandisce il nostro tempo e non solo, si è fatto anche utile archivio della nostra memoria. Non comunichiamo solo, per suo tramite, ma portiamo nel nostro mondo frammenti sempre più consistenti della nostra vita, come? Attraverso i social e per mezzo loro documentiamo ogni aspetto del nostro quotidiano. Un tempo si diceva album pieni di ricordi, foto che sbiadendo nel tempo ci lasciavano traccia della loro età, ora sono i file, cartelle di file che si riempiono di immagini che le macchine fotografiche all’interno dei telefonini ci permettono di salvare, che riportano i ricordi a memoria del nostro tempo. Ma le foto, anche se digitali hanno la tendenza a scomparire, rimangono comunque sparpagliate come in un cassetto alla rinfusa. Spesso non identificano un tempo preciso ma spazi e luoghi di passaggi nel tempo. Perché allora non tornare, almeno per una volta al passato non molto lontano, al passato degli album dei ricordi, rimembranze catalogate secondo date e luoghi precisi, proprio a ricordo della nostra vita e di chi ne ha fatto parte. Anche con la tecnologia attuale tutto questo è possibile, basta crearsi un album classico, costruito seguendo le indicazioni di chi ha messo a punto la tecnologia giusta per guidarci attraverso semplici passi e click alla costruzione di un fotolibro a nostro piacimento. Torniamo a gustarci la scelta di ciò che ha rappresentato e continua a rappresentare la sana gioia dentro di noi. Ripercorriamo visivamente le date, le fasi, i momenti di ciò che interessa e divertiamoci a costruire con loro una cronologia di attimi che fanno solo parte del nostro mondo. Riassaporare la sana abitudine di condividere con chi più amiamo, non attraverso mini schermi di telefonini, ma attraverso pagine di album da sfogliare. Anche il semplice costruire da noi stessi un fotolibro dei nostri ricordi può essere fonte di serenità. Un telefonino muore, si cambia, si perde, si rompe, annullando in un colpo l’archivio dei nostri ricordi, un fotolibro, anche se riposto in un anglo della libreria, rimane sempre consultabile, ora come nei tempi, i ricordi possono sbiadire le immagini attuali stampate hanno invece una vita lunghissima. Crea il tuo fotolibro con Cewe, azienda europea leader nello sviluppo delle foto online. Il tutto può essere svolto comodamente da casa: attraverso semplici passi sarà possibile creare il proprio fotolibro e personalizzarlo a proprio piacimento scegliendo ad esempio le dimensioni, il tipo di copertina o di carta e tanto altro ancora. Per qualsiasi dubbio o chiarimento sarà possibile chiedere assistenza al supporto tecnico oppure visionare i video tutorial.